Subscribe via RSS

Le focaccine di grano arso per accompagnare la certosa

Abbiamo comprato la certosa con l’idea di fare delle mini tortine di Recco, poi pian piano abbiamo avuto l’idea di variare la forma: il formaggio non come farcia, bensì nell’impasto stesso.
Non eravamo totalmente convinte dalla variazione però, mancava ancora qualcosa….o meglio, potevamo ancora osare!
Da qui l’ispirazione di utilizzare una farina diversa, ma non semplicemente integrale, qualcosa di più grezzo e deciso: la farina di grano arso della Molino Rossetto ha fatto al caso nostro. Ovviamente, proprio per il suo sapore intenso, occorre fare attenzione alle dosi utilizzate, perchè basta davvero poco perchè si noti.
Naturalmente anche la cottura sulla piastra ha fatto la differenza: sicuramente più rapida, ha conferito un gusto leggermente abbrustolito e perfetto per accostarsi al dolce della certosa; infine questa cottura e l’utilizzo del formaggio all’interno dell’impasto hanno fatto si che ottenessimo delle focaccine davvero morbide.
Ora non vi resta che provarle e scegliere se il formaggio lo preferite spalmato oppure accompagnato.


Ingredienti per 8 focaccine:
35g farina di grano arso Molino Rossetto – specialità regionali
80g farina autolievitante
45g farina 00
200g certosa
2 cucch.ni olio aromatizzato alle acciughe
sale

Setacciare le farine, unire 100g di certosa ed insaporire con l’olio alle acciughe ed il sale; impastare bene affinchè risulti un composto morbido ed omogeneo, bagnando con l’acqua.
Lasciare riposare in frigo per almeno 20 minuti.
Con l’impasto formare un rotolo e ricavarne delle palline da appiattire con le mani per fare le focaccine.
Scaldare la piastra e farvi dorare le focaccine da entrambi i lati.
Servire con la certosa rimanente, a pezzetti o spalmata in superficie.

ACQUA, THE’,SUCCHI di FRUTTA…. SANT’ANNA

 Oggi parliamo di acqua buona e salutare…di The’e di succhi di frutta
Parliamo di Az SANT’ANNA
Risalgono al Cinquecento le prime documentazioni storiche che esaltano le qualità terapeutiche e purificanti dell’acqua delle fonti di Vinadio. Da queste sorgenti d’alta quota esce infatti un’acqua dalla purezza e dalla leggerezza straordinarie. La fama della bontà di quest’acqua si è diffusa anche grazie ai racconti delle migliaia di pellegrini, provenienti da ogni dove, che ogni anno salgono al santuario di Sant’Anna, protettrice delle mamme. E bere un sorso di quest’acqua dalla fontana del piazzale è un rito per chi, ancora oggi, sceglie di affrontare a piedi o in bicicletta la lunga e ripida salita che porta al santuario. L’Acqua Sant’Anna scorre nel sottosuolo attraverso rocce granitiche che cedono pochissimi minerali. Intorno alla sorgente non ci sono insediamenti industriali, non ci sono campi concimati, non ci sono pascoli intorno, non c’è nulla, salvo la natura incontaminata e l’acqua che sgorga.
La gamma di acque comprende
Acqua SANT’ANNA  BIO BOTTLE  per il benessere di mamma e bambino..ha vinto per il terzo anno consecutivo
 il” premio NATURA”” avendo  anche bottiglie senza alcuna traccia di petrolio  

Acqua Sant’Anna di Vinadio

Acqua Sant’Anna sorgente Rebruant naturale

TUTTE adatte all’alimentazione dei neonati!!

ed ora parliamo di San The’  vero infuso di the’.al gusto di limone,pesca e the’ verde..che troviamo
in vendita in bottiglie da un litro e mezzo (per scorte casalinghe) in quelle da mezzo litro ed in comodi
bicchierini da 200ml comodi da portare ovunque!!
Tutti senza conservanti ne coloranti!!

e completiamo con i nuovi succhi di frutta…San Fruit    vero nettare di frutta…provato ed approvato
da mia nipote e dalle sue amichette che li hanno bevuti dopo aver mangiato queste golose crostatine!!

POLIPO e PATATE in INSALATA

 Stampando questa mia ricetta…. tutti quelli che parteciperanno all’evento BERGHOFF
a Valle della Lucania presso IDEA CASA usufruiranno di uno sconto del 20%

Uno sfizioso antipasto da assaggio….. o un ottimo piatto unico..
INGREDIENTI:
polipo
patate
rucola
pomodori
aglio
olio evo Dante
limone
Cuocere il polipo in acqua bollente salata…fino a quando infilzandolo con una forchetta scivolera’
da essa..(non lo fate molliccio che diventa una vera schifezza).Tagliatelo a pezzetti e mettetelo in una
insalatiera con patate cotte tagliate a fette,rucola , pomodori affettati e aglio,salate e condite con del
buon olio evo e tanto limone premuto(se preferite usate aceto).
Piatto di servizio,posate,oliere EasyLife

Questo il piatto finito!!